sabato 1 marzo 2014

Ultime letture: La rivista "Linus" (saggio)

Una doverosa tappa verso il mezzo secolo di Linus è una tesi di laurea magistrale dedicata alla storia  editoriale di questa rivista. Il libro di Paola Maria Farina è composto da quattro capitoli di cui i primi due propedeutici alla lettura del terzo dove si affronta l'argomento vero e proprio; il quarto è una simpatica appendice.
Avendo considerato che la maggior parte dei fumetti pubblicati da Linus proviene dagli Stati Uniti o dall'Italia, l'autrice riassume nel primo capitolo la storia del fumetto americano dalle origini ai giorni nostri e nel secondo la storia del fumetto italiano dalle origini agli anni '60. Questi due capitoli (in totale 40 pagine di testo) sono utili a chi si avvicina per la prima volta al mondo dei fumetti, mentre chi già conosce un po' di storia rimarrà abbastanza deluso. Si tratta più che altro di un'operazione di sintesi dei vari testi consultati ed ampiamente citati, che non aggiunge nuove informazioni o particolari riflessioni. Serve solo a presentarsi al successivo capitolo avendo prima ripassato un po' di Storia.



La parte centrale del libro dove l'autrice affronta l'analisi della rivista "Linus" avendo consultato direttamente 148 numeri, è sempre costruita mettendo insieme informazioni più o meno già note, in parte provenienti da fonti frammentate quali articoli su riviste, giornali e siti Internet. L'argomento non è di quelli più inflazionati e pertanto il terzo capitolo si presenta di grande interesse. Altrettando grande è la delusione che si ha quando, dopo aver passato in rassegna, in modo esaustivo e con dovizia di particolari, il periodo della gestione di Giovanni Gandini ed il successivo di Oreste del Buono, gli ultimi trent'anni di storia della rivista "Linus" vengono liquidati in poche righe.
Il quarto ed ultimo capitolo esamina l'universo delle pubblicazioni satelliti della rivista madre, iniziando in modo originale non da un "satellite" ma dalla rubrica della posta. Si passa poi all'inserto "Sommario", a "L'Uno", alla rivista AlterLinus, agli Almanacchi, Supplementi, collane di libri,  ecc...
Completano il libro: 8 pagine con illustrazioni a colori fuori testo (una piccola rassegna di copertine) e l'elenco completo delle pubblicazioni consultate, in cui spicca l'assenza del libro di Giuseppe Peruzzo, "Persone di nuvola", da cui non dovrebbe prescindere chiunque intenda occuparsi di riviste a fumetti.
In conclusione si può dire che Paola Maria Farina ha svolto ottimamente il compito assegnatole dal professore, lavorando da sola ed evitando di consultare esperti della materia. Solo così si spiegano alcuni refusi e la mancata citazione, nei capitoli sulla storia, dei più grandi autori di fumetti. Quello che non si spiega è perché nel titolo e nelle dichiarazioni d'intento (prefazione del professore, introduzione dell'autrice) non sia stato limitato il raggio d'azione ai primi tre lustri di vita di Linus, dato che poi nel testo questo è avvenuto.