domenica 16 febbraio 2020

Ultime letture: Blake e Mortimer, il travaglio del sottosuolo


In questo saggio (uscito per Pavesio Editore nel 2009 e reperito a Lucca Comics 2019, nuovo a metà del prezzo di copertina) Guido Vogliotti propone un argomento molto interessante per gli appassionati di Jacobs, ovvero l’utilizzo dei sotterranei come ambientazioni per creare le fantastiche atmosfere. La ricerca è molto accurata e dopo un capitolo sul significato dei sotterranei nella storia e nelle varie culture, esamina una ad una tutte le storie soffermandosi nella descrizione di alcune singole scene. In questo modo Vogliotti fornisce al lettore gli elementi per apprezzare tutti quei particolari che possono essere sfuggiti ad una prima lettura. Il libro è evidentemente stato scritto per il mercato francese: sono in lingua tutte le citazioni ed i riferimenti alle storie rimandano a edizioni francesi. Unica pecca il colore che è presente solo nel relativo capitolo, mentre in tutto il resto del libro per seguire i riferimenti alla cromaticità delle tavole di Jacobs, occorre avere sottomano i fumetti perché le numerose illustrazioni sono in bianco e nero. La lettura di questo saggio è piacevole ed interessante proprio perché non è genericamente “su Blake e Mortimer” ma affronta un argomento particolare e spesso si sofferma ad analizzare vignetta per vignetta i passaggi chiave di alcune scene ambientate nel sottosuolo. A margine di questo, nel testo e in alcune note, si fa un cenno alle critiche che vennero mosse a Jacobs per l’eccessivo uso delle didascalie e devo ammettere che sto rivedendo la mia posizione in merito.




Il libro venne pubblicato da Vittorio Pavesio Editore ed oggi è reperibile in vari siti, ad esempio qui.

venerdì 14 febbraio 2020

Ultime letture: La terra dei figli


In uno scenario post apocalittico un padre cresce i due figli maschi con severità e li protegge dai pericoli limitando il territorio in cui possono muoversi. L’uomo tiene un diario in cui scrive tutto ciò che riguarda i figli a cui non ha insegnato a leggere e Gipi vuole ricreare nel lettore lo stesso fastidio dato dal non riuscire a sapere cosa c’è scritto e quando ci fa leggere alcune pagine le vediamo piene di segni incomprensibili. In quella che possiamo definire come seconda parte del racconto, il padre muore ed i figli partono da casa con due obiettivi: trovare qualcuno in grado di leggere loro il diario del padre e scoprire se veramente “oltre il lago” non c’è nessun altro sopravvissuto, oltre alle pochissime persone che abitano intorno a loro. La storia prosegue e si conclude con un finale che possiamo definire aperto. Questa volta nessun possibile riferimento autobiografico ma una storia di fantasia in cui Gipi sceglie di mostrarci solo una parte di questo mondo degradato e dei suoi abitanti, lasciando al lettore il compito di costruire tutto il resto.




Il libro è pubblicato da Coconino Press, costa 24 euro e può essere ordinato sul sito.