venerdì 7 agosto 2015

Ultime letture: Sandman overture n. 4

Un delirio di fantasia e psichedelia quello che appare sfogliando le bellissime tavole di questa miniserie. Nel quarto fascicolo la sequenza iniziale si stacca nettamente dal resto per stile e cromaticità, ma anche perché ci viene presentato un personaggio che solo la mente eccelsa di Gaiman poteva concepire: il padre degli Eterni. Nella ricca sezione redazionale ci viene suggerito che possiamo identificare il genitore di Sogno, di Destino, di Morte e degli altri, come il Tempo. Un concetto difficile da elaborare: un essere che esisteva prima di quelli che fino ad ora ci erano sempre stati presentati come eterni, di nome e di fatto. Ma del resto Gaiman ci abitua a tutto; nelle pagine seguenti Sandman entra nella città delle stelle, anche queste raffigurate in forma umana. La storia prosegue, sarà bello rileggerla tutta d'un fiato alla fine.