mercoledì 16 marzo 2016

Ultime letture: Historica n. 38

I primi due capitoli di una saga che si prefigge di raccontare tutta la storia di Roma. Si parte da molto lontano, dalla guerra di Troia nel 1250 a.c. per poi fare un salto di mille anni, all'epoca della sconfitta di Annibale. Nell'ultima pagina, con un ulteriore balzo in avanti di un paio di secoli, compare Giulio Cesare. La Storia si mescola alla leggenda e l'elemento soprannaturale è decisamente preponderante in questo fumetto. Il protagonista è il Palladio, una statua di legno della dea Atena (vedere la voce su Wikipedia) con grandi poteri (è per suo tramite che viene massacrato l'esercito cartaginese) e la realtà storica passa decisamente in secondo piano. Accettando questo, il fumetto diventa gradevole, altrimenti sembra un pasticcio disordinato che mette insieme personaggi e fatti storici, ad altri di fantasia, il tutto condito con il fantastico.