sabato 7 settembre 2013

Chi si ricorda ... I cartoons in grande?

L'Editoriale Corno non pubblicò solo i suoer eroi della Marvel, la rivista Eureka e molti personaggi fra cui i più famosi Kriminal, Satanik e Alan Ford. Per i tipi dell'editore milanese apparvero diversi libri, molti se fra di essi annoveriamo le collane con raccolte di strisce umoristiche: Comics Box e Comics Box De Luxe. A queste si affiancavano i "libri veri e propri" dei Comics Cartoons, con lo stesso formato quadrato e I cartoons in grande, che si presentavano, appunto, con un formato più grande.

La serie è formata da otto titoli: due raccolte di Andy Capp (n. 1 e n. 5), un'antologia di Bonvi (n. 2), un volume con le prime sei storie di Alan Ford (n. 7) e quattro titoli che ripresentano in volume altrettante storie apparse in precedenza a puntate su Eureka. Quattro pietre miliari del fumetto italiano che non meritano di finire nel dimenticatoio.

Il n. 3 della collana è Orlando Furioso nella bella parodia di Pino Zac.
Segue il n. 4: Fouchè un uomo nella rivoluzione di Luciano Secchi e Paolo Piffarerio documentatissima storia della rivoluzione francese.
Nel n. 6 una grande prova di quell'immenso artista che è Beppe Madaudo con Storia di un brigante: Carmine Crocco.
La collana chiude in bellezza con il n. 8, la versione futuribile di Pinocchio super robot di Max Bunker e Giampaolo Chies.