sabato 18 novembre 2017

La mia Lucca Comics 2017 - 3 di 4

Ci sono vari aneddoti che hanno costellato la mia presenza, da pendolare, a Lucca Comics, uno di questi è lo smarrimento (o furto) di portafogli. La speaker ripeteva più volte di fare attenzione, ma diversi annunci riguardavano smarrimenti e, per fortuna, anche ritrovamenti, di portafogli. Il venerdì pomeriggio fu visto un ragazzo grufolare nei bidoni dell'immondizia e lui disse che cercava il proprio portafogli: prima di aver finito tutti i bidoni del padiglione Napoleone ne aveva già trovati sei, di portafogli! Personalmente ho assistito alla disperazione di una coppia nel momento che scopre di averlo perso ed anche ad un ritrovamento, nel bel mezzo della folla dell'ultimo giorno.

Una cosa che ho apprezzato del ruolo di espositore è che ad uno stand si fermano anche personaggi del mondo del fumetto e capita così di poter scambiare due parole con persone che conosci solo di nome. Brevi conversazioni sempre molto interessanti che da sole valgono una Lucca.


Capitolo sconti: quest'anno un solo grande editore esponeva un "25% su tutti i libri", comprese le novità, altri potevano avere offerte mirate su qualche titolo o sul catalogo arretrati. Il tema è delicato e fonte di discussioni solo perché siamo abituati agli sconti delle fumetterie; mi dicono che in Francia gli sconti sui libri sono regolati dalla legge e consentiti solo fino al 5%.