domenica 3 aprile 2016

La mia vita con i fumetti: Lucca Collezionando 2016

Cronaca e fotografie di sabato 2 aprile alla mostra mercato del fumetto.


Dal mio punto di vista la collaborazione tra ANAFI e Lucca Comics and Games è riuscita perfettamente: la sede della mostra si raggiunge facilmente dall'uscita dell'autostrada, il parcheggio vicino all'ingresso costa 2 euro; lo spazio è talmente ampio da permettere stand grandi e corridoi larghissimi, mostre espositive e sala incontri sono nello stesso padiglione degli stand. L'atmosfera è quella di tante mostre mercato in cui si vendono solo fumetti, solo che qui, oltre ai commercianti, ci sono alcuni editori e soprattutto autori. Siamo solo all'inizio ma la struttura (logistica e organizzativa) è pensata per funzionare anche molto più in grande: se crescita ci sarà non creerà problemi.

Il clima era quello familiare, con gli autori che, non temendo l'assalto delle folle della manifestazione di fine ottobre, erano disponibili per farsi fotografare con i propri ammiratori e scambiare due chiacchiere. In poche parole una manifestazione veramente bella, dedicata solo al fumetto ed ai suoi appassionati.

Sono rimasto alla mostra dalle 10 alle 17,30 e in tutte queste ore ho avuto modo di visitare con attenzione i (circa) 70 stand, fermarmi a parlare con amici e conoscenti e seguire diversi incontri fra cui quello (documentato nelle foto) che ha visto quattro autori lasciare le impronte nel cemento per la Walk of Fame che, come ha spiegato Renato Genovese (direttore di Lucca Comics and Games), sarà allestita in una strada pubblica.

Ho acquistato libri di nuova uscita con un'interessante eccezione: Strips tease - viaggio sistematico sotto e dentro il fumetto (edito da Arcicomics nel 1985) è la prima pubblicazione di quel "progetto giovani" da cui di lì a breve nascerà il Centro Fumetto Andrea Pazienza. Allo stesso stand ho preso uno Schizzo Presenta: Il tempo smarrito di Monsieur M. e due Alter Schizzo: La principessa rossa e Bittersweet super stories.

Allo stand ANAFI mi sono aggiudicato l'interessante Ray Kitt, ovvero un cartonato di grandi dimensioni e poche pagine, con la prima opera realizzata in Argentina da Hugo Pratt: vignette che si alternano a brevi paragrafi di testo scritto da Héctor Oesterheld.

Alla Tunué il volume Maledetta balena con disegno e dedica di Walter Chendi.

Infine allo stand Allagalla: innanzi tutto il poderoso volume del Capitan Erik di Claudio Nizzi (che lo ha autografato) e Ruggero Giovannini (cui seguiranno, dal prossimo anno, tre libri con le storie disegnate da Attilio Micheluzzi). Poi, vista la presenza del maestro, non poteva mancare l'acquisto del portfolio The Art of Sydney Jordan e del volume a colori Hal Starr con dedica.

Tavola numerata e firmata dal portfolio di Sydney Jordan.

Michele Ginevra allo stand del Centro Fumetto Andrea Pazienza.

Moreno Burattini col sindaco di Lucca.

Il maestro Sydney Jordan durante la conferenza.

Jordan mentre lascia le impronte per la Walk of Fame.

Un sorridente Fabio Civitelli dopo aver lasciato le impronte (a sinistra il direttore Renato Genovese).
 
Claudio Nizzi per la Walk of Fame.

Nizzi durante la conferenza.

Giovanni Ticci dopo aver lasciato le impronte.


Alfredo Castelli durante uno degli incontri.