domenica 1 ottobre 2017

Ultime letture: Zanardi (Primo Carnera Edizioni)

Per quelli della mia generazione che frequentavano le scuole superiori negli anni in cui nacque Frigidaire, il personaggio di Zanardi poteva rappresentare un esempio di come vivere quell'età di spensieratezza in quel particolare contesto storico. Ovviamente le esagerazioni messe in scena da Pazienza non furono imitate e per noi rimase solo un fumetto bellissimo che fa sempre piacere rileggere. Il quinto albo di Frigidare raccolse, all'inizio del 1983, le prime cinque storie di Zanardi racchiuse in una cornice, una storia di 17 tavole intitolata La proprietà transitiva dell'uguaglianza, la quale svolge la funzione di prologo ed epilogo. La cornice è in bianco e nero mentre tutte le altre storie furono colorate da alcuni giovani che compaiono in una foto insieme a Pazienza; a quanto mi risulta tutte le successive ristampe presentano una diversa colorazione realizzata da Marina Comandini.
In tutte le storie contenute in questo albo la narrazione procede lineare, con grande variabilità nella costruzione delle tavole ma mantenendo un ottimo ritmo. Molte frasi e scene di questi fumetti sono passate alla storia, diventate proverbiali e rimaste impresse nella nostra memoria: siamo di fronte ad un classico moderno. Volendo scegliere una storia più rappresentativa delle altre, l'onore spetta senza dubbio a Giallo scolastico le cui mille sfaccettature possono dare spunto per molte riflessioni. Per un approfondimento sulle prime storie di Zanardi rimando ad un saggio di Stefano Cristante scaricabile dal sito dell'Università del Salento.


Queste storie di Zanardi, così come le successive, sono state ristampate varie volte; segnalo la recente collezione Tutto Pazienza acquistabile sul sito del Servizio clienti Repubblica.