martedì 28 luglio 2015

Ultime letture: Anatomia del desiderio

La seconda raccolta di fumetti di Koren Shadmi comprende sette storie in 98 pagine, sempre in bianco e nero nel piccolo formato.Un elemento che colpisce, già presente nel precedente In carne e ossa, è quello della mostruosità. Se nella prima raccolta di storie brevi avevamo incontrato una ragazza che tiene la propria testa fra le mani, ed un nonno con una macchina fotografica al posto della testa, qui abbiamo un uomo che vomita mostriciattoli umanoidi a sei braccia e la testa uguale a lui, un essere formato solo dalla testa, un cadavere che anziché decomporsi fa nascere piante dall'interno del corpo ed una ragazza che estrae i propri organi interni che prendono vita come simpatici folletti. Il comportamento deviato dei vari protagonisti rende piuttosto ardua l'immedesimazione del lettore e pertanto l'approccio con queste storie è più distaccato. Resta la piacevolezza della lettura di un ottimo libro di un grande autore.