giovedì 2 ottobre 2014

Ultime letture: Li'l Linus

La premessa del supplemento al n. 49 di Linus dell'aprile 1969 è di un fascicolo destinato ai lettori più piccoli. Si parte con 8 tavole dei Peanuts degli anni '50, quando i personaggi si comportavano più da bambini, poi tre brevi storie di Li'l Abner (9 pagine in tutto) con protagonisti i bambini. Segue Nicola Biggelow che è un bimbo con 3 pagine di strisce ed una storia dei Moomin che occupa ben 23 pagine e risulta piacevole alla lettura. Nove tavole autoconclusive del divertente Il cetriolo mascherato e 10 tavole de L'intrepida Valentina di carta (il personaggio di Crepax quando era bambina) concludono idealmente la prima parte. La seconda si apre con ampio spazio dedicato a strisce e tavole senza parole di Ferdinando (cui spetta anche l'onore della quarta di copertina a colori), ben 25 pagine in tutto. Viene poi presentata una breve storia della striscia Abbie and Slates (12 pagine): inverosimile ma edificante e tutto sommato divertente. Seguono 12 pagine di Beetle Bailey ed una storia di Jeff Hawke che con le vignette ingrandite e rimontate occupa 29 pagine. Il supplemento si chiude con 4 tavole autoconclusive di Braccio di ferro (Poldo al ristorante).
Li'l Linus è quindi molto vario, c'è un po di tutto, dosato in maniera abbastanza inusuale. Vista la premessa si può dire che il risultato ottenuto è quello voluto.