lunedì 3 luglio 2017

Chi si ricorda... Uno più uno?

Era (circa) la fine del 1972 quando uscì un curioso fascicolo spillato in formato rivista, con 120 pagine in bianco e nero, al non indifferente prezzo di 900 lire (all'epoca Linus e Il Mago costavano 500 lire). Si intitola Uno più uno ed è indicato come "Numero unico (numero sperimentale)": infatti non risulta che abbia avuto alcun seguito. I fumetti, a quanto si legge  nei vari articoli redazionali, vorrebbero essere di alto livello culturale, ma finiscono per diventare noiosi, ingenui e poco interessanti. Sono presenti sei storie complete più Oltre l'uomo, un testo di Luigi Lodi (direttore editoriale della pubblicazione) che viene riportato per intero, mentre la versione illustrata si ferma ad una "prima parte". I relativi disegni di Gepa Comana, che utilizzano le lettere del testo come elementi scenografici e ricordano un po' le famose splash page dello Spirit di Eisner, sono, alla fine dei conti, l'unica attrattiva di questo fascicolo. Nel numero 97 di Eureka del 15 marzo 1973, in un trafiletto della rubrica bazaar, viene segnalata l'uscita di Uno più uno, definito come "un sensibile tentativo di rivista underground all'italiana".
Per i titoli di tutte le storie ed i rispettivi autori, rimando alle didascalie delle illustrazioni.


Quarta di copertina: stessa immagine della copertina, ma in negativo.
Illustrazione di Luciana Schiazza.

Tavola da Gli esclusi di Virginio Maestroni.

Tavola da Superzan di Vis (Sandro Ziviani) e Luigi Lodi.

Tavola da Oltre l'uomo, testo di Luigi Lodi, illustrazioni di Gepa Comana.

Tavola da Oltre l'uomo, testo di Luigi Lodi illustrazioni di Gepa Comana.

Frontespizio di Città vecchia, disegni di Bianca Bagattini da un'idea di Fabrizio De André.

Tavola da Stoned di Massimo Capotorto.

Tavola da Alla ricerca del sacro graal, di Virginio Maestroni.