mercoledì 11 maggio 2016

Ultime letture: Ray Kitt

Spesso di fronte a ritrovamenti di "fumetti perduti" ci si chiede se non ci sia una ragione per cui tali opere non sono mai state ristampate... Ray Kitt della premiatissima ditta Oesterheld e Pratt non è una di quelle opere che cambiano il mondo del fumetto, anche perché non è un fumetto. Si tratta di un esperimento: due brevi racconti gialli che procedono alternando paragrafi a testo scritto con singole vignette isolate, dotate di dialoghi e/o didascalie. Il tutto impaginato per colonne, come i giornali quotidiani, e siccome alcune vignete sono più larghe, occorre numerare, sia i brani di testo che le vignette, per indicare al lettore la giusta sequenza. Troppo strano per essere l'inizio di qualcosa di nuovo ed infatti morì sul nascere, dopo 18 tavole in tutto e cadde nell'oblìo. Oggi questo bel volume, cartonato di dimensioni enormi, propone le due storie, una di dieci pagine e l'altra di otto. Tutto molto interessante, piacevole da leggere, un tassello mancante che finalmente va al suo posto, ma non è certo un capolavoro e neppure ci si avvicina. Se i nomi degli autori fossero stati altri, nessuno si sarebbe dato tanto daffare per recuperarlo e stamparlo. Dunque un libro per pochi ultra appassionati di Pratt.



Il libro si può richiedere all'ANAFI, ha 32 pagine in bianco e nero e costa 20 Euro.