sabato 31 gennaio 2015

Ultime letture: Historica n. 25

I primi episodi della saga delle Torri di Bois-Maury non sono legati fra loro, ogni storia è indipendente dalle altre. Il Cavaliere Aymar nel suo peregrinare incontra personaggi e situazioni molto vari; qualche volta interviene, altre fa piuttosto da spettatore. La lettura scorre ad un discreto ritmo ed è resa piacevole anche dalla vivace colorazione, del tutto innaturale ma certamente non piatta. Un buon libro forse leggermente al di sotto delle aspettative influenzate dalla fama che che questa saga si è guadagnata negli anni.

giovedì 29 gennaio 2015

Ultime letture: Texas cowboys + Texas cowboys 2

Il genio di Lewis Trondheim colpisce ancora, con la complicità di Matthieu Bonhomme, lanciandosi sul genere western. Ogni volume è costruito come fosse una raccolta di nove numeri di una pubblicazione d'epoca, con tanto di testata, copertina, prezzo e indicazione dell'editore. Quest'ultima è una curiosità: nelle "copertine" dei capitoli del primo volume, l'editore è di New York con indirizzo nella quinta strada. Nel secondo volume è cambiato, è di Boston e la sede è in Luis Matthew avenue, un gioco con i nomi degli autori. I due volumi si differenziano per la struttura della narrazione. Nel primo assistiamo ad un continuo rimbalzo fra presente e passato, nel secondo tutto scorre lineare. La storia è estremamente piacevole, racconta avventure e riesce a divertire. Il disegno è caratterizzato dai colori spesso innaturali che contribuiscono ad accentuare la tendenza al grottesco. Il risultato è un'opera stupenda da un autore con smette mai di sorprenderci con le sue trovate.

martedì 27 gennaio 2015

Ultime letture: Gli Scorpioni del Deserto - Quattro sassi nel fuoco

Matteo Casali e Giuseppe Comuncoli prendono a modello le prime storie degli Scoprioni del Deserto, quando Pratt, nel pieno della maturità artistica, non si era ancora evoluto verso la sintesi del tratto e nelle storie prevaleva l'avventura, magari con un pizzico di soprannaturale. Questo al contrario di Pierre Wazem che nel precedente capitolo si era rifatto all'ultimo Pratt, sia graficamente che inserendo l'elemento favolistico. Nel settimo episodio gli autori ci mettono del loro, ad esempio nella colorazione delle scene notturne che rende una bella atmosfera. La storia è ben costruita, con le prime tavole che fungono da epilogo di quella precedente, l'introduzione di personaggi nuovi ed il recupero di uno "vecchio", quel Cush proveniente dalle storie di Corto Maltese e già visto in quelle degli Scoprioni. Il libro è estremamente piacevole, si legge ad un buon ritmo; non è Pratt ma è un bel libro.

domenica 25 gennaio 2015

Ultime letture: Gli Scorpioni del Deserto - Appuntamento a Dire Daua

Sulla costola di questo libro e nel frontespizio si legge "quarto volume" ma nelle pagine di introduzione è chiarito molto bene che si tratta del sesto episodio; questo semplicemente perché la Lizard ha ragguppato i primi quattro episodi in due volumi. Chiarito il possibile equivoco diciamo subito che la prosecuzione di una serie da parte di autori diversi da quello che l'ha creata va sempre vista come un'opera diversa e come tale letta e giudicata. Pierre Wazem dunque riprende i personaggi laddove li aveva lasciati Hugo Pratt e prosegue le loro vicende. Il Capitano Koïnsky se ne sta un po' in disparte, agendo solo nel finale e lasciando la ribalta ad altri stupendi personaggi. La sceneggiatura è scorrevole e piacevole come pure il disegno e tutto questo ricorda molto l'ultimo Pratt, quello della sintesi grafica, tendente al grottesco, con l'elemento favolistico che prende il sopravvento sull'avventura vera e propria. Se la somiglianza è voluta, non vuol dire che siamo di fronte ad un tentativo di imitazione mal riuscito, abbiamo piuttosto una bella storia ispirata dall'opera originale del grande maestro.

sabato 24 gennaio 2015

50 di questo Linus!

Ci siamo, l'anno del cinquantesmo è arrivato e nel numero di gennaio 2015 iniziano i festeggiamenti. Nel sommario della rivista, normalmente diviso in tre categorie (fumetti, scritti e rubriche) si aggiunge da questo numero: "50 di questo Linus!". Sotto il titolo augurale troviamo Tuono Pettinato, da anni presenza fissa su Linus, che in due pagine intitolate Fumettisti ragguardevoli inizia a passare in rassegna i grandi autori che hanno caraterizzato la lunga storia della rivista. Si parte con Johnny Hart di cui vengono poi riproposte quattro pagine di B.C. e quattro di Wizard of ID, tutte del 1965, presentate in bianco e nero. Un bel modo di celebrare il mezzo secolo di una rivista di fumetti: un grande autore di oggi che parla a fumetti di un grande del passato.












Nel resto di questo numero 596 di Linus (anno LI n. 1) spiccano le tre grandi opere iniziate l'anno scorso e caratterizzate dalla compresenza di parti scritte alternate ai disegni. La quarta puntata di Sopravvivere al lavoro con filosofia, la settima puntata di Konrad & Paul - Stazione spaziale desiderio ed il capitolo di Sesso, assenzio & false lepri dedicato agli "artisti moderni e i loro precursori". Fra le consuete strisce prosegue Classic Doonesbury riproposta storica selettiva, giunta al periodo 1978-1980.

Nel complesso un bellissimo numero di una grande rivista che ci accompagna da 50 anni. Auguri!

venerdì 23 gennaio 2015

Ultime letture: Welcome to Springville + Gente di frontiera (Le mani)

Le 11 storie brevi che compongono la serie incentrata sulla cittadina di Springville, furono presentate dalle edizioni Le Mani divise in due volumi, uno per ciascun disegnatore. Abbiamo dunque con il titolo Welcome to Springville le quattro storie di Ivo Milazzo nell'ampio formato di 24 x 34 in bicromia e Gente di frontiera nel più piccolo 17 x 24 (esattamente la metà), in bianco e nero, con i sette episodi di Renzo Calegari. Lasciando da parte la discutibile disparità di trattamento, entrambi i libri sono ben curati, stampati in ottima carta e rendono piena giustizia all'arte dei due grandi maestri. Le storie sono ben scritte da un giovane Giancarlo Berardi  (risalgono al 1977), con la giusta dose di ironia. Si leggono piacevolmente anche ad un ritmo un po' troppo rallentato dai molti dialoghi, forse necessari a condensare in poche pagine le vicende narrate.

mercoledì 21 gennaio 2015

Ultime letture: Bacchus - In giro per le isole con Bacchus

Nel terzo libro Eddie Campbell abbandona la storia lunga e presenta 20 episodi brevi (di lunghezza variabile da 4 a 24 pagine) in cui Bacchus racconta avvenimenti del passato. La mancanza di azione rende la lettura un po' più lenta e meno scorrevole rispetto ai precedenti volumi, ma altrettanto interessante. Molte tessere vengono posate nel grande mosaico della mitologia classica rivisitata da Campbell.

lunedì 19 gennaio 2015

Ultime letture: Solo andata

Piero Macola racconta una storia vera, quella del soldato italiano Giorgio Chiesura, una storia piccola e semplice in uno scenario grande e complicato come quello dell'estate 1943 in Sicilia, con gli americani già sbarcati, le notizie sull'estromissione di Mussolini, l'armistizio e tutto quanto ne seguì. Il tratto delicato e i colori tenui accompagnano il lettore attraverso atmosfere reali e surreali in una bellissima alternanza. Un libro estremamente piacevole, che si legge velocemente, offre spunti di riflessione e lascia la volgia di cercare altre opere dello stesso autore.

sabato 17 gennaio 2015

Ultime letture: 75 anni di Batman

L'albo speciale che la RW-Lion ha dedicato ai 75 anni di Batman nel maggio 2014, contiene la storia del numero 400 dell'omonima testata uscito nel 1986. "La notte della resurrezione" è composta da 11 capitoli di varia lunghezza affidati ciascuno ad un diverso disegnatore, con alterni risultati. I testi di Doug Moench non appartengono alla modernità del personaggio, sono ancorati agli anni '70 da cui ereditano ingenuità. Si tratta di una celebrazione, una galleria di personaggi alcuni dei quali non fanno più che un atto di presenza. Alla fine delle 60 pagine si ha l'impressione di aver letto più un saggio che una storia; un modo come un altro per una festa di compleanno.

giovedì 15 gennaio 2015

Chi si ricorda ... Altramerica?

Dal 1993 al 2003 si svolse a Milano l'Happening Undergound, divenuto poi Internazionale; notizie dettagliate in merito si trovano su Znort!. Questo è il catalogo della settima edizione che ebbe luogo al Centro Sociale Leoncavallo dal 18 al 20 maggio 2001, di cui si parta su Ultrazine.
Sotto il titolo "Altramerica" scorrono belle illustrazioni di vari autori d'oltreoceano, immagini di varia provenienza (spesso realizzate per copertine o locandine), forti e spiazzanti. Il catalogo con 64 pagine di grande formato, è ben curato per le edizioni Mare Nero; contiene informazioni sugli autori e sulla manifestazione.









martedì 13 gennaio 2015

Ultime letture: Il porcone maschilista

Geroges Wolinski era uno fra i più celebri umoristi al mondo, i suoi lavori andavano dalla singola vignetta al breve fumetto di due tavole. In Italia ha trovato spazio principalmente su Linus ma anche altrove. Questo libro delle edizioni Mare Nero del 2002 raccoglie sketch sul tema del sesso realizzati nell'arco di tutti gli anni '90: una sequenza veramente divertente e dissacrante, che non risparmia alcuna categoria di esseri umani. In 80 pagine di grande formato (di cui 16 a colori) sono contenute tante battute, una più esilarante dell'altra. Leggere oggi questo libro è un modo di ricordare un grande autore.

domenica 11 gennaio 2015

Ultime letture: Bacchus - Gli dei del business

In questo secondo volume (come il primo formato da quattro parti di 24 pagine ciascuna) Bacchus compare solo nelle prime pagine, un atto di presenza; tornano i personaggi di  Joe Theseus e Pupilla Kid ma i protagonisti che rubano la scena sono i Telchini, tre fratelli anch'essi provenienti dalla mitologia greca. Altre vicende del passato vengono ricordate, rivediamo anche alcuni episodi da punti di vista diversi; nei fatti che accadono nel presente un ciclo sembra chiudersi. Facendo il paio con il precedente volume abbiamo due libri molto belli, un vero tesoro, per citare l'introduzione di Neil Gaiman.

venerdì 9 gennaio 2015

Ultime letture: Bacchus - L'immortalità non è per sempre

Primo degli otto volumi (dieci nell'edizione originale) dell'opera di Eddie Campbell con personaggi della mitologia greca, quattro parti di 24 pagine ciascuna; la narrazione al presente si alterna ai racconti di epoche remote e così vengono presentati i personaggi. La lettura scorre ad un ottimo ritmo, il disegno è piacevole e nel complesso il libro risulta molto bello e interessante.

mercoledì 7 gennaio 2015

Ultime letture: Almanacco di Linus 1970

Il volume cartonato che veniva regalato a chi sottoscriveva un abbonamento a Linus entro il 31/12/1969 è una monografia dedicata a Dick Tracy. Dopo una breve introduzione segue un'interessante galleria dei personaggi che hanno popolato la striscia: dodici pagine di vignette con didascalia riportante il nome del personaggio raffigurato, l'anno di apparizione ed una breve descrizione. Sono suddivisi per categorie: a fianco della colonnina introduttiva abbiamo Dick Tracy in i9mmagini dei vari periodi dagli '30 agli anni '60; seguono la moglie Tess, il figlio adottivo Junior, i serivori della legge, le vittime, i cattivi ed infine i recuperati cioè quelli che erano cattivi ma si sono ravveduti.




























Passando alle storie, in 130 pagine abbiamo tutte le strisce giornaliere e le tavole domenicali dal 22 gennaio 1952 al 19 gennaio 1953, un anno esatto nel quale sono comprese due sole storie: una breve intitolata "Model, il grande amore", incentrata su Junior e la sua ragazza, ed una lunghissima sequenza: "La piscina di Mister Alpha". Quest'ultima è una vicenda molto articolata con il tipico criminale di turno che dà del filo da torcere a Dick Tracy per poi fare una brutta fine. Nonostante qualche ripetizione nelle tavole (come consueto nelle storie a continuazione fra giornaliere e domenicali) la lettura è scorrevole ed appassionante ricca di tutti gli elementi che caratterizzano la saga. Uno dei pregi del volume è quello di presentare il materiale integralmente, senza tagli o rimontaggi; si individuano facilmente le quattro strisce che formano una tavola domenicale perché sono più basse rispetto alle altre. Un bel libro piacevole, interessante come documentazione e corretto filologicamente.

lunedì 5 gennaio 2015

Ultime letture: Helldorado

Una storia di pestilenza, eroismo e crudeltà umana, ambientata al tempo dei conquistadores spagnoli. Disegni carichi di effetti speciali e colori irreali per un insieme che non riesce a convincere.

sabato 3 gennaio 2015

Ultime letture: La guardia dei topi (Autunno 1152 + La scure nera)

I topi come non si erano mai visti; una saga coinvolgente, scritta, sceneggiata e disegnata al meglio. Lettura veloce ed appagante, due bellissimi libri.

giovedì 1 gennaio 2015

Ultime letture: Corte Sconta detta Arcana

Per iniziare l'anno non c'è di meglio che rileggere una delle più belle storie a fumetti di sempre. C'è da sceglire fra la perfetta edizione in bianco e nero nella collana "I fumetti Mondadori" del gennaio 1980 e la preziosa edizione limitata della Milano Libri del dicembre 1977.
Corte Sconta è nata in bianco e nero, rappresenta la maturità artistica di Pratt con la ricchezza di alcune vignette e la mancanza di sfondo di altre. Nell'ampio formato con carta liscia opaca della Mondadori il tratto risalta al meglio, si tratta forse della migliore edizione di questa storia.



Quando si trovava a colorare i suoi fumetti per edizioni successive, Pratt amava i colori retinati ed in questa edizione della Milano Libri, con le vignette ingrandite (il formato è quasi uguale al volume Mondadori, ma in orizzontale, e contiene due strisce per pagina anziché quattro), l'effetto è quello voluto ed ha il suo fascino.



Leggiamo una storia d'azione, con scene violente e tragiche che si alternano ad altre romantiche e addirittura fiabesche; insuperabili i siparietti che vedono protagonista Rasputin. Un libro che regala sempre un enorme piacere ad ogni rilettura.

Ultime letture: Inedito (Guido Crepax)

Il libro presenta le opere realizzate da Guido Crepax dal 1988 al 2002, parzialmente inedite. Data l'assenza di un indice all'interno del volume, elenco di seguito i titoli dei fumetti con la data ed il numero di pagine.
- Il sogno della moda, 1988, 8 pagine a colori
- L'amico conosciuto, 1989, 6 pagine a colori
- Il sesto senso, 1991, 4 pagine a colori
- Scambio imprevisto, 1992, 20 pagine in bianco e nero
- Piccolo grande Bogey, 1992, 14 pagine in bianco e nero
- Valentina il re e la regina, 1998, 14 pagine in bianco e nero
- Valentina storie incrociate, 1999, 8 pagine in bianco e nero
- Anna Karenina, 2000, 2 pagine in bianco e nero
- Madame Bovary, 2000, 16 tavole in bianco e nero, rimontate in 6 pagine
- Il giocatore, 2000, 16 tavole in bianco e nero, rimontate in 6 pagine
- Il castello, 2001, 14 pagine in bianco e nero
- Il piacere, 2001 / 2002,  22 pagine e mezzo in bianco e nero
- Doppio sogno, 2000, 30 pagine miste fumetti in bianco e nero e illustrazioni a colori
Un menù così ricco e variegato non può che suscitare grande interesse e soddisfare la curiosità dei cultori dell'arte del Maestro. Alla prova della lettura resta il rammarico per le storie incompiute, mentre quelle portate a termine erano già apparse in precedenti pubblicazioni (ad esempio "Scambio imprevisto", forse la migliore storia di questo volume, era apparsa in Quel fantastico treno).
Si può quindi affermare che questo libro è per chi conosce già tutto di Crepax, mentre chi si avvicina per la prima volta alle sue opere ... potrebbe indirizzarsi altrove!