mercoledì 24 settembre 2014

Ultime letture: Linus n. 592 con Walter Moers (chi si ricorda di Piccolo stronzo?)

Linus rinnova i contenuti, lunga vita a Linus! Nel numero di settembre 2014 sono annunciati in copertina tre nuovi fumetti; si tratta: delle strisce e tavole autoconclusive di "Mr. Lowe" di Mark Pett (che nelle pagine della rivista sostituisce "Lucky Cow" dello stesso autore), della storia a puntate "Sopravvivere al lavoro con filosofia" di Julien Berjeaut e Charles Pépin e di "Sesso, assenzio e false lepri" di Walter Moers.
Quest'ultima è una storia mondiale dell'arte, non a fumetti ma attraverso illustrazioni con didascalie e brevi testi a fianco. Il tutto è spassoso e dissacrante nello stile dell'autore tedesco.



Copertina di Sesso, assenzio e false lepri in tedesco (immagine tratta da Internet).
Nella biblioteca poplite fumetti è presente un libro di Moers, pubblicato in italiano nell'ottobre 1992 dalla casa editrice Eichborn di Francoforte: Piccolo stronzo. Brevi storie, da una a cinque pagine, con le divertentissime gag di un bambino che definire irriverente è decisamente poco, la parola giusta è proprio quella del titolo. Non c'è traccia di politicamente corretto, di animalismo, di rispetto per gli anziani o per gli handicappati, niente. Tutto questo senza esagerare, senza scadere nel volgare, divertendo molto il lettore.

Frontespizio e prima pagine di Piccolo stronzo.
Tornando a Linus, Mr. Lowe è il nuovo maestro di terza elementare e dal suo rapporto con gli scatenati alunni scaturiscono molte delle gag che animano la striscia; le altre seguono personaggi come i fratellini Quentin e Shanika fuori dalla scuola. Costruita in modo semplice, la striscia risulta brillante e divertente: promette bene.
Sopravvivere al lavoro con filosofia inzia con l'organigramma della "Cogitop - Società a razionalità limitata" in cui compaiono nomi come Teresa d'Avila, Nicolò Machiavelli, Aristotele, Confucio, Tommaso d'Aquino, Karl Marx e molti altri (35 in tutto) fra cui il protagonista Kevin Platone accolto in azienda da Socrate che lo saluta notando la somiglianza con il padre... Ogni due tavole a fumetti c'è una pagina di testo che approfondisce e commenta un tema legato all'azienda. Una piacevole e insolita novità.
Il resto di questo numero della rivista prevede come asse portante i classici Monty, Dilbert, Peanuts, Perle ai porci, Doonesbury. Poi abbiamo la doppia tavola satirica di Bertolotti e De Pirro, la terza puntata di Konrad e Paul: Stazione spaziale desiderio di Ralf König che da anni è piacevole presenza fissa, un'altra tappa del Viaggio in Italia di Tuono Pettinato e le stupende strisce da una sola vignetta di Wumo di Wulf e Morgenthaler.
Le rubriche redazioni completano l'ennesimo bel numero di Linus.