domenica 11 maggio 2014

La mia vita con i fumetti: un paio di brevi riflessioni

Le due parti in cui è diviso questo articolo hanno titoli che sono parafrasi di quello che ebbi modo di leggere in gioventù su una delle prime riviste che acquistai, il numero 186 di Eureka di dicembre 1978, con la copertina dedicata ai 50 anni di Topolino. In esso compare un articolo di Luciano Secchi dal titolo "Riflessioni di un neo-enciclopedista dopo Lucca 13" in cui il direttore di Eureka riflette sull'esperienza della partecipazione al Salone dei Comics dove l'Editoriale Corno presentava l'Enciclopedia mondiale del fumetto.


Riflessioni di un neo-blogger dopo oltre 100 articoli
In principio i blog erano diari personali resi pubblici, poi sono serviti anche a diffondere notizie o approfondimenti; oggi vi troviamo un po' di tutto. Anche se tali origini non mi appartengono, essendo questo il mio primo blog, mi piace dire che ad esse sono tornato, scrivendo più che altro brevi annotazioni come un tempo si sarebbe fatto con carta e penna. Mi sono imposto un momento di sosta alla fine di ogni fumetto che leggo, un pensiero prima di riporre nello scaffale e questo rende l'esperienza della lettura maggiormente appagante. Ogni tanto mi diverto a ripescare vecchie cose e riportarle alla luce di questa piccola ribalta oppure mi abbandono a ricordi personali legati al mondo dei fumetti.
Nel fare tutto questo, coerentemente con l'idea di blog personale, cerco di tenere un profilo basso, senza pretendere di fornire un servizio utile. Magari è sbagliato parlare di un libro senza dare indicazioni utili (come l'editore, il prezzo, il formato, ecc.), ma queste sono facilmente reperibili su Internet e poi il blog prevede i commenti e se qualcuno chiede informazioni sarò ben contento di fornirle.


Riflessioni di un neo venditore di fumetti su eBay dopo un anno di attività
Nella categoria "fumetti" di eBay si trova veramente di tutto a tutti i prezzi. Tra venditori professionali e privati, aste e prezzi fissi, oggetti nuovi ed usati, è possibile fare affari interessanti. Dal punto di vista di un venditore privato posso dire che praticando prezzi onesti, senza barare sulle condizioni degli oggetti ed avendo un po' di pazienza, si può riuscire a vendere ciò di cui si intende disfarsi. E' ciò che è avvenuto in questo anno: ho venduto quasi tutti i doppioni che avevo con soddisfazione, indipendentemente dalle cifre ricavate. Le piccole somme generalmente vengono utilizzate per altri acquisti di fumetti ed alla fine si può parlare di scambio, come si faceva tra amici da ragazzi.